Archivi tag: kindi

Gran Lotteria di Natale. Il giuoco si fa duro

ImageAnche quest’anno Kindi continua l’opera di provocatoria erosione nei confronti di Babbo Natale. L’obiettivo che ci siam posti è quello che per il 2050, quando le terre emerse lo saranno un pochino di meno, si parlerà della Gran Lotteria di Natale promossa da Kindi al posto di quell’impostare di Babbo, che comunque verrà assunto con un contratto di lavoro occasionale, perché non si vuole lasciare indietro nessuno e il Natale dovrà rimanere sinonimo di bontà. Il metodo di questa accurata opera di erosione è una ricerca di una serie di regali selezionatissimi che vanno ogni anno a brillare sul palco lussereggiante della lotteria, per continuare la tradizione dei Re Magi che recano con loro i Giochi Preziosi.

Il tema della lotteria 2010 si richiamava per l’appunto ai preziosissimi doni provenienti dall’Oriente (made in China), dunque oggetti da campeggio per uno stile di vita nomade, on the road sulla Via della Seta, e s’ispirava alla celebre odalisca Iva Zanicchi.

2
Per quest’anno il tema prevalente è quello di un’orgia di giochi preziosi, una Royal Rumble di doni per lo più orientati allo sport estremo e al giuoco. Dunque una cena dai gusti forti, e una lotteria dove il gioco si farà duro: Eat hard, Play harder!

Natale 2012_Flyer

Ecco l’annunciazione della cena e gran lotteria del Natale 2012:

“care renne e cari husky,
quest’anno la cena di natale prenderà le multi-forme di una Royal Rumble a base di cena à la suor germana in guêpière e una lotteria da mille e una iva e zanicchi…

cena e lotteria con la presenza di…
bambini richi&povri, canini randagi, gatti mezzi, cozze che se non si aprono non si possono mangiare, il problema israelo-babilonese, gli assiri e i palestinesi, betlemme e la striscia di garza, il muschio maschio, lo spumante made in brindisi, la fruta seca e le teste di ananass, papa natale trainato dal suo rene, l’uvetta senza il panettone, papa Baule, le palle quadre sull’abete, l’abete di pile, il bambin grisù, i jingle belli, capitoni coraggiosi, la vigilia di pasquale, asterics e obelisco in tivvù, il carbonio ai bimbi cattivi, focolare camino con me…

lotteria con formula collaudata: premi ricchi e ricchi premi. ricchi premi e premi ricchi.
portate monete di grosso taglio. affilate la fortuna.

…prima che ognuno torni nella sua città natale…
…venite alla cena in via Sankt Niklaus 23…

sempre vostri
André The Giant, Hulk Hogan & the royal rumble friends

ps: dress code. indossare maglione rosso. fantasie natalizie o altoatesine sono ben accette.
pss: a partire dalle ore 3:00 a.m riunione a prenotazione obbligatoria: Che ne faremo di Kindi alla vigilia di questo 2013?

pwrd by Kindi”

Contrassegnato da tag , , , , , ,

Birra artigianale, cucina Vegan. E un tocco di Fritolìn.

 Al Girone d’estate fanno un ottima sagra del fritto, friggono un po’ di tutto, verdura e carne. La peculiarità della sagra è quella di non riuscir a distinguere un pollo fritto da un coniglio, e è bello quando nel mondo si annullano le differenze. Questo fine settimana e il prossimo (vedi locandina) c’è una bella sagra, senza vino e senza carne. Una sagra senza questi presupposti parte male, e tuttavia promette molto bene. Birre artigianali selezionati da produttori italiani e cucina vegetariana e vegana. BeVegan è organizzata dall’Enoteca Bevo Vino si San Niccolò, e ovviamente dietro c’è anche la lobby massonica dell’omonimo comitato di quartiere. Come dice Steve Jobs, “Stay hungry…” e fate un salto al Circolo Arci del Girone, oltre cibo e birra anche giochi per bambini e musica dal vivo. Per quanto riguarda la sezione “Stay foolish!” sabato 24 c’è un incursione di Fritolìn – nebbia + fritto, il primo franchising open source di fritto e dubbia simpatia,  powered da Kindi e dal Contadino di SottoVingone. Speriamo che i fiori fritti resistano alla ghiacciaha! Fritolìn ovviamente premierà miss Pastella all’impastatrice/tore che più di ogni altro intepreterà meglio il motto Put The Fingers In The Pasta. Ma non finisce qui. Pare anche che il Dipartimento di Neuroscienze della Tripoli University  presenterà un prototipo di nuovo alcol test – basato su un calcino e delle speciali ottiche sviluppate nei laboratori di Via Tripoli (da segnalare la presenza della stampa e di venture capitalists).


Contrassegnato da tag , , , ,

Piazza Libera Tutti. Tourist-Watching a trecento passi sopra l’Arno.

Segnaliamo per questa domanica 3 Luglio, un’iniziativa che parte dal basso (vedi locandina), che più basso non si può, per arrivare in alto, a trecendo passi sopra l’Arno. Senza altri ingnobili giri di parole, elenchiamo la serie di iniziative che vede la presenza di Kindi insieme a una serie di gruppi e artisti, coordinati dal Comitato di San Niccolò.

Domenica 3 Luglio il Comitato di San Niccolò organizza Piazza Libera Tutti, festa di quartiere col patrocinio di Q1 e Comune di Firenze, e con il contributo di associazioni e artisti (No Dump; Kindi; Riot Van; Clet; Guerrilla Gardener; ecc.), dal pomeriggio fino al tramonto. Ecco un elenco dei loghi e degli eventi.

Il Piazzalino – 300 passi sopra l’Arno. Giradino Vegni, via San Niccolo’ 89.

Per fare un grande piazzale non serve un piazzale grande.
Contate trecento passi per scoprire una terrazza sconosciuta su Firenze, fra un inedito David di Michelangelo e un binocolo per avvistare i turisti.
…cocomero fresco, roba fresca, 200 specie vegetali diverse, tourist-watching, ghiaccioli d’autore, esibizioni machiste di bocce e tiro alla fune…
A cura di: Kindi

Tourist Watching
Giradino Vegni, via San Niccolo’ 89.
I turisti a Firenze sono osservabili in più di 300 specie diverse, ciascuna con piumaggi, infradito e comportamenti differenti.
La loro migrazione verso luoghi d’arte stagnante e gelaterie, ci permette di osservare le specie più insolite.
Molti si spostano principalmente per riprodursi, per cercare cibo e per fare file interminabili in condizioni proibitive.
Il fenomeno detto tourist-watching rende possibile osservare, armati di cannocchiale, i turisti migratori, cioè le specie che si trovano in quell’area solo di passaggio..
(Fonte: Kindipedia) Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Paura e delirio al Parking Day… con Ray Banhoff di Raiders Italia

Paura e delirio al Firenze Parking Day… arriva un ospite nel suo “gonzo” viaggio lungo l’Italia a “scroccare” ospitalità e corrente elettrica per la sua moto a batterie. Nome del progetto: Ricarica Italia. Ray Banhoff della rivista Raiders si ferma durante la sua 19esima tappa improvvisando un Parking Day in via Sarpi con quelli di Kindi, venendo subito a contatto con lo spirito che più anima la città, vale a dire la signora che si ferma a chiedere: “Ma ce l’avete il permesso?” Alla vista del regolare scontrino rilasciato dall’integerrimo parchimetro, forse stanotte la signora avrà dormito sonni tranquilli. Forse.

Contrassegnato da tag , , , , ,